image-142
 S i a m o  c o s ì
   associazione culturale

facebook
twitter
instagram

333 402 8845

UTERO IN AFFITTO AL TEMPO DEL CORONAVIRUS

bambino-scatola-shutterstock98036420schermata-2020-05-08-alle-145345-largeimg800-bambini-in-vendita-ecco-cos-successo-a-bruxelles-138720

 

 

PER LA PANDEMIA I BEBE’ VENGONO LASCIATI IN DEPOSITO ... IN MAGAZZINI IMPROVVISATI NELLE HALL DI ALBERGHI
DA AGENZIE DI SURROGACY, IN UCRAINA.

di Anna Cavallo

 

 

Il Covid19 miete altre vittime e non di polmonite interstiziale, bensì questa volta di abbandono di neonati innocenti venuti al mondo su commissione con la pratica orribile dell’utero in affitto.

Si scopre sui social e sul sito Web della Biotexcom, un’agenzia per la maternità surrogata in Ucraina, che i bebè appena nati sono stati depositati nella hall dell’Hotel Venezia a Kiev. Nel video si sente il pianto dei piccoli (chissà che non l’abbiano fatto apposta per commuovere i “genitori committenti” e chi dovrebbe poi aiutarli a ritirare i neonati), si vedono le fila delle cullette con i 46 bambini ordinati e non ritirati a causa dell’emergenza sanitaria sopravvenuta per il coronavirus.

 

Sono bambini che non hanno tutele giuridiche, sono ucraini o no? Questa agenzia ha la tutela legale di questi bambini? Sono piccoli nati su ordinazione di committenti francesi, inglesi e anche italiani.

La Rete Italiana contro l’Utero in Affitto, che rappresenta molteplici associazioni femministe ha inviato una lettera all’ambasciatore italiano in Ucraina Davide La Cecilia e al ministro degli Esteri Luigi Di Maio, nella quale viene richiesto di «di verificare le effettive condizioni di salute dei bambini e quanti e chi siano gli italiani clienti di Biotexcom e di altre cliniche».

 

E’ bene ricordare che in Italia «la gestazione per altri o utero in affitto è un reato e chiunque, in qualsiasi forma, realizza, organizza o pubblicizza la commercializzazione di gameti o di embrioni o la surrogazione di maternità punito con la reclusione da tre mesi a due anni e con una multa da 600.000 a un milione di euro».

La pandemia porta conseguenze a dir poco orribili che coinvolgono vite innocenti alle quali è assolutamente necessario dare voce poiché voce non hanno!

 

STOP ALLA PRATICA DELL’UTERO IN AFFITTO IN TUTTO IL MONDO!
NO ALLA MERCIFICAZIONE DEI BAMBINI!
LA VITA NON SI TOCCA!

 

 

 

 

 

Fonti:

Lockdown. Video-choc dall'Ucraina: i figli dell'utero in affitto parcheggiati in hotel, Antonella Mariani, 7 maggio 2020 (https://www.avvenire.it/…/quei-bambini-nati-da-utero-in-aff…)

 

Ucraina, i figli delle madri surrogate ammassati in un hotel Le femministe scrivono all’ambasciatore italiano, di Monica Ricci Sargentini, 7 maggio 2020, (https://www.corriere.it/…/bd4357d8-903e-11ea-b981-878bbbd90…)

 

Ucraina: bambini immagazzinati da società senza l'autorizzazione legale della tutela dei minori, di Berta O. Garcia via Tribuna Feminista, 30 aprile 2020, (https://tribunafeminista.elplural.com/…/ucrania-discrimina…/)

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder