image-142
 S i a m o  c o s ì
   associazione culturale

facebook
twitter
instagram

333 402 8845

Maternità e disabilità

Essere madre di un disabile

795372481599958186881085842807036269559808n

LE MAMME DEI DISABILI

 

"Le incroci negli ospedali, nei centri riabilitativi, nei centri diurni e dove si può praticare attività sportiva.

Talvolta le puoi incontrare al supermercato, al parco, a scuola o per strada. Hanno occhi velati, ma sorridono; hanno schiene doloranti, ma ritte.

Sorreggono figli abbarbicati tenacemente a loro, nemmeno fossero mai usciti dal loro corpo. Hanno capelli tinti, o grigi, corti o lunghi. Qualche volta sono abbronzate, altre volte sono pallide, soprattutto di stanchezza. Non rinunciano al trucco, ma accantonano la scarpa col tacco. Si vestono come le altre, di mamme.

O, almeno, ci provano.

E passeggiano, camminano parlando, cantando, mormorando filastrocche. Accarezzano visi con le mani a coppa, si perdono negli occhi di questi figli che non hanno un futuro, e che hanno un passato spesso troppo lungo da narrare.

Sostengono, curano, rinforzano.

E non mollano. E sorridono, quasi sempre sorridono.

Talvolta si disperano, accade che piangano, stremate dalla fatica di un vivere che non hanno chiesto, ma che è stato loro attribuito, chissà mai in base a quali criteri.

Hanno braccia e gambe forti di disperazione, hanno menti attente, abituate alla lotta per la sopravvivenza.

E hanno Vita da vivere, da assaporare, da godere. E ci si attaccano forsennatamente, senza se e senza ma, spesso osteggiate da chi non può comprendere.

E hanno sguardi seducenti, perché non rinunciano a piacersi per piacere. Non vogliono pietà, desiderano amicizia; non chiedono compassione, anelano comprensione.
Che belle sono, le mamme dei disabili!
Che belle SIAMO, noi, mamme di disabili...


Samatha

 

Fonte:
https://www.facebook.com/…/a.13553936980…/2787680977921965/…

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder