image-142
 S i a m o  c o s ì
   associazione culturale

333 402 8845


facebook
twitter
instagram

La ricetta del mese: I fagiolini di Sant'Anna

girasoli

Luglio

Gli ideali sono come la stella polare:

sono irraggiungibili,

ma indicano

la retta via

(Aforisma ebraico)

I “Fagiolini di Sant’Anna” sono fagiolini verdi che vengono raccolti intorno al 26 luglio, giorno della festa della Santa. Sono tipici della Toscana e hanno un gusto un po’ amarognolo ed erbaceo, molto diverso dai comuni fagiolini verdi.
Si cucinano soprattutto in umido con il pomodoro fresco.​

ECCO LA RICETTA:

 

ingredienti per 5 persone

 

  • un chilo di fagiolini di sant’Anna
  • 800 g di pomodori da salsa ben maturi
  • 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • 2 grossi spicchi d’aglio
  • sale
fagiolini2.JPG
fagiolini1.JPG

Questi fagiolini non occorre spuntarli dalle due estremità, mentre si possono raccogliere tutti insieme e tagliare via la parte che sta attaccata alla pianta. Una volta puliti, lavarli più volte e sgocciolare. Tuffare i pomodori per pochi secondi in acqua che bolle e poi passarli nell’acqua fredda, spellarli e tagliarli a pezzetti eliminando i semi.
Scaldare l’olio e fare rosolare gli spicchi d’aglio a fettine.

Quando si sono appena imbionditi, aggiungere i pomodori e farli andare a fuoco lento per 5-6 minuti prima di unire i fagiolini e un bicchiere d’acqua. Salare, mettere il coperchio e far cuocere per una mezz’ora abbondante, girando un paio di volte i fagiolini.
A fine cottura, togliere il coperchio, rialzare la fiamma e far asciugare la salsa. Assaggiate, devono essere ben cotti e ben mescolai con il sugo di pomodoro.
Si mangiano come gli spaghetti, ma si possono anche tagliare a pezzi prima della cottura.
Sono buonissimi anche adagiati su grosse fette di pane casereccio.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder